Amleto Cataldi

Napoli 1882 - Roma 1930

Biografia:

Lo scultore Amleto Cataldi pure essendo nato a Napoli e pure spiccate avendo del napoletano conservate le caratteristiche etniche, le consuetudini di vita e l'accento, vive e lavora da tempo a Roma, noi ci troviamo di fronte a un artista versatile come ispirazione e multiforme come esecuzione e pur sempre interessante e attraente nelle figure che egli, con non comune bravura di modellazione ferma ed elegante, fissa ora nel bronzo ed ora nel marmo. Accorto diligente ed acuto studioso del vero, egli riesce molto bene nel ritratto, perchè, mentre sa fare risaltare la speciale espressione psicologica di un volto femminile o maschile, atteggia il busto con una nobiltà di posa che ci fa pensare che non invano si è attardato a studiare, con fervida e schietta passione, i gloriosi maestri del Quattrocento italiano, avendone saputo ricavare più di una preziosa lezione. È, però, nel ritrarre e nell'atteggiare, con la più delicata e squisita eleganza, la grazia degli ignudi corpi muliebri, considerati in tutta la sana seduzione dell'età giovanile o nella sensualità ancora acerba della prima adolescenza, che il Cataldi riesce in particolar modo eccellente e si attesta degno davvero dei grandi e vivi successi procuratigli durante l'ultimo decennio, sia in patria, sia all'estero, dalle leggiadrissime creature da lui plasmate con così ritmico senso di armonia plastica. Giungendo infine a Vincenzo Miranda, onorato da medaglie d'oro e grandi diplomi nelle mostre internazionali d'arte decorativa di Parigi, di Milano e di Torino, ed i cui oggetti in metallo e in gemme non mancheranno certamente di conquistare di prim'acchito l'ammirazione sopra tutto della parte femminile di quel pubblico milanese, il quale ha, fino dal 1906, appreso a conoscerlo ed a stimarlo, io qui mi limiterò a rammentare, a suo onore, che, fra gli orafi ed i gioiellieri italiani, egli è stato il primo, venti e più anni fa, a mettersi risolutamente e coraggiosamente sulla via del nuovo, con tutta una serie piacevolissima di anelli, di spilloni e di fermagli d'oro, luccicanti talvolta di piccole pietre preziose e nei quali, mercè un delicato lavoro di cesello, è riuscito ad evocare più di una ridente faccina muliebre, servendosi dei lunghi capelli come grazioso motivo ornamentale, e più di una coppia d'ignude figurine avvicinate da un bacio e strette da un amplesso d'amore. Più di recente vasi di fiori, calamai, suggelli, pendagli e ninnoli, adornati da figure realistiche o allegoriche in basso o in tutto rilievo, gli hanno procurato nuovi e lusinghieri successi. È così che il Miranda, rivaleggiando col pittore e con lo scultore suoi concittadini. che gli sono compagni nell'odierna mostra della Galleria Pesaro, attesta, sebbene si mantenga in un campo più modesto, di volere e sapere assai spesso, coi graziosi prodotti del suo abile ed ingegnoso lavoro d'orafo, interessare e sedurre gli occhi dei buongustai d'arte.

Amleto Cataldi

Contattaci tramite email, telefono o whatsapp


Sarai contattato al più presto e otterrai la valutazione gratuita desiderata.

Fotografa il tuo dipinto e inviaci le foto via email o whatsapp per una valutazione gratuita.
Possibilmente scatta più di una fotografia (sono utili per una stima più corretta qualche foto dei particolari, firma, iscrizioni e il retro del dipinto)

Ti risponderemo il più velocemente possibile!


Telefono +39.06.97606127


E-mail info@valutazionedipintiantichi.it


Cellulare/Whatsapp +39.328.315.19.53

Puoi decidere di VENDERE il tuo dipinto e riceverai il pagamento immediatamente.

In questo modo otterrai:

1) Assistenza nella vendita dalla stima al pagamento

2) Annullate le incertezze dell'operazione (risposte anche in 24 ore!)

3) Un pagamento RAPIDO e SICURO