Antonio Ciseri

Ronco sopra Ascona 1821 - Firenze 1891

Biografia:

A soli 11 anni fu condotto a Firenze dal padre Francesco anche per consiglio dello zio Giuseppe, per istruzione. In quella città i Ciseri esercitavano Ida moltissimo tempo maestranza d'imbianchino decoratore. Ebbe per primo maestro certo Bonaiuti, poi fu iscritto all'Accademia di BeIle Arti di Firenze, dove insegnavano il Benvenuti e il Bezzuoli. Si rese noto per le sue grandi composizioni di carattere religioso, per i suoi ritratti e per l'insegnamento esercitato nella sua rinomata «Scuola del nudo», dalla quale uscirono insigni artisti. Fu indubbiamente una personalità nella pittura, un vero e serio innovatore. Ancora studente compose "Cristo servito dagli angioli dopo aver messo in fuga il demonio" di cui non è rimasto traccia. Hanno subito la stessa sorte il quadro "Carlo V che raccoglie il pennello a Tiziano", esposto alla Società di Belle Arti di Firenze; "Guerlanda che presenta la figlia a Buondelmonte"; "L'Abelardo ed Eloisa", e d'altri. Nel 1842 eseguì "Le vesti di Giuseppe presentate a Giacobbe", ora presso il figlio Francesco. Altre sue opere: "Giano della Bella che va in esilio", esposta tra elogi e biasimi, perché già si scostava dall'accademismo, nel 1848; "La Pietà", per la chiesa di Magadino sul Lago Maggiore; "Gesù nell'atto di lasciare la Madre per compiere la sua missione"; "Il martirio dei Maccabei", esposta e premiata a Vienna nel 1893 e oggi collocata nel primo altare a destra nella chiesa di Santa Felicita a Firenze; "Date a Cesare ciò che è di Cesare", conservata a Locarno in casa Farinelli; "San Martino", dipinta per la chiesa di Ronco; "Giuseppe venduto ai mercanti"; "L'Immacolata", "Nostra Signora del Sacro Cuore"; "Madonna di Lourdes"; "Il sogno di Giuseppe"; "Il perdono di Assisi"; "Resurrezione"; "Il trasporto di Gesù al sepolcro" nel Santuario della Madonna del Sasso, a Locarno; "Ecce Homo", che non poté essere compiuta per la morte dell'artista, ed è conservata in Palazzo Pitti a Firenze. Tra i moltissimi ritratti: Due "Autoritratti", di cui uno nella Galleria degli Uffizi, "Ritratto del nonno Antonio"; dello "zio Giuseppe"; del "padre e del fratello Vincenzo"; della "figlia Caterina"; della "famiglia Bianchini"; dei "coniugi Bargagli", del "conte Arrivabene"; di "Vittorio Emanuele Il" e di "Cavour".

Antonio Ciseri

Contattaci tramite email, telefono o whatsapp


Sarai contattato al più presto e otterrai la valutazione gratuita desiderata.

Fotografa il tuo dipinto e inviaci le foto via email o whatsapp per una valutazione gratuita.
Possibilmente scatta più di una fotografia (sono utili per una stima più corretta qualche foto dei particolari, firma, iscrizioni e il retro del dipinto)

Ti risponderemo il più velocemente possibile!


Telefono +39.06.97606127


E-mail info@valutazionedipintiantichi.it


Cellulare/Whatsapp +39.328.315.19.53

Puoi decidere di VENDERE il tuo dipinto e riceverai il pagamento immediatamente.

In questo modo otterrai:

1) Assistenza nella vendita dalla stima al pagamento

2) Annullate le incertezze dell'operazione (risposte anche in 24 ore!)

3) Un pagamento RAPIDO e SICURO