Filippo Carcano

Milano 1840 - 1914

Biografia:

I suoi quadri hanno una impronta di verità, un forte, vivo profondo sentimento della natura e delle cose. I primi passi che fece il Carcano nella via dell'arte, furono tristi e difficili, ed egli dovè lottare energicamente contro l'avversa fortuna e contro i pregiudizi e l'invidia. Ma l'ingegno potente dell'artista, in mezzo alle lotte si ritempra e così fu del Carcano, che seppe con animo sereno lottare e trionfare. Allievo dell'Hajez, ha però una caratteristica tutta sua, e raggiunge gli effetti più grandiosi con i mezzi più semplici. Nei suoi dipinti predomina la nota scura, ma ciò non toglie che, volendo, egli non sappia rendere ad evidenza la luce splendente del sole, il chiaro di un bel mattino di primavera, ed i vivaci riflessi del mare tranquillo. In tutte le Esposizioni di Belle Arti il Carcano ha sempre fermato l'attenzione del pubblico con i suoi eccellenti lavori. Nel 1872 a Milano espose "Partita al biliardo"; "Un passatempo"; "Un idillio" e due "Interni"; a Napoli, nel 1877, "Una passeggiata amorosa"; "Una mattina sul Lago Maggiore"; "Ridda di Ninfe"; a Torino, nel 1880, "Melanconia"; "Prime nevi in montagna"; "Una via di Gignese"; "Pescarenico"; "Impressioni d'estate"; "Mulino e strada al Monterone" (due quadri); "Allegria"; a Milano, nel 1883, "Riva degli Schiavoni"; "Memorie di Venezia" e "Roma" (tre quadri); a Roma nello stesso anno "Il verziere alla vigilia della commemorazione delle Cinque Giornate"; "Piazza di San Marco a Venezia"; "In Autunno"; "Chiesa della Salute a Venezia"; a Torino, nel 1884, "Al Pascolo", solida e forte pittura, "Rustico" ed altri; a Milano, nel 1886, fra gli altri espose: "Al Pascolo"; "Alla pesca" felice composizione piena di verità e di vita; "Mattina al mare" d'intonazione strana e magistrale e "Lo Spoglio del Melgone", una delle sue tele più espressive ove il cielo e la terra sono inondati da un mare di luce. Anche a Venezia, nel 1887, espose altre tele tra le quali: "Una pianura lombarda"; "Campagna d'Asiago" di molto valore. "Lago d'Iseo"; "In montagna"; "La pianura lombarda"; "Un dolore"; "Tramonto" e "Lo Spoglio del Melgone", sono finalmente i sei quadri che Filippo Carcano scelse fra i molti da lui dipinti per figurare all'Esposizione parigina dell'anno 1889. In tutti i suoi quadri si riscontra la più serena la più vivida pupilla d'artista, che dopo avere contemplato una scena della vita reale la riproduce con viva esattezza e con eccellenza meravigliosa. Il Carcano è forse unico nel suo genere; egli ha un fare ed un modo di trattare i soggetti tutto suo speciale. Impressionista assoluto, sacrifica ogni particolare pur di giungere ad ottenere l'effetto dell'insieme, ma non altera o modifica il vero per nessun motivo, perchè nella riproduzione di esso sta la sua forza e la sua singolarità.

Filippo Carcano

Contattaci tramite email, telefono o whatsapp


Sarai contattato al più presto e otterrai la valutazione gratuita desiderata.

Fotografa il tuo dipinto e inviaci le foto via email o whatsapp per una valutazione gratuita.
Possibilmente scatta più di una fotografia (sono utili per una stima più corretta qualche foto dei particolari, firma, iscrizioni e il retro del dipinto)

Ti risponderemo il più velocemente possibile!


Telefono +39.06.97606127


E-mail info@valutazionedipintiantichi.it


Cellulare/Whatsapp +39.328.315.19.53

Puoi decidere di VENDERE il tuo dipinto e riceverai il pagamento immediatamente.

In questo modo otterrai:

1) Assistenza nella vendita dalla stima al pagamento

2) Annullate le incertezze dell'operazione (risposte anche in 24 ore!)

3) Un pagamento RAPIDO e SICURO