Guglielmo Ciardi

Venezia 1842 - 1917

Biografia:

Studiò all'Istituto di Belle Arti della sua città. Liberatosi dalla prima educazione accademica, s'ispirò esclusivamente alla natura, con acutezza di percezione e schiettezza di sentimento affermandosi con una sua tecnica originale. Nella «Guida di Venezia» di Giulio Lorenzetti così è scritto di lui: " Magnifico e solido paesista veneziano, che tornato alla natura, esempio inusitato, ai suoi giorni, con umile e commossa sincerità, iniziò, anche prima di Favretto, in Venezia, un'era nuova nella pittura della sua patria ". Si affermò nel 1836 col suo capolavoro "Messidoro", che fu premiato con medaglia d'oro alle esposizioni di Nizza e di Berlino ed ebbe tante lodi alla Mostra di Venezia del 1887, dove venne acquistato per la Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma, nella quale attualmente si trova con l'altra opera "Canal Grande". Suoi lavori principali: "L'estate" e "Verso sera", esposti a Milano nel 1872; "Il sole a Quinto"; "Sul Cimon"; "Il Iavoro"; "Sul campo", esposti Napoli nel 1877; "Venezia dal Campaldo"; "Chioggia", esposti a Venezia nel 1881; "Porto d'Anzio"; "Ottobre"; "Solitudine"; "La calma", esposti a Torino nel 1880; "Venezia", esposto a Roma nel 1883; "Sottomarino"; "Raggio di sole"; "Quiete", esposti a Firenze pure nel 1883; "Canal della Giadecca"; "Il mattino a Venezia", esposti a Firenze nel 1885; "Dopo il temporale"; "Ritorno dal pascolo"; "Barche da pesca in riposo", pure a Firenze nel 1886, "Plenilunio sul Sile", esposto nel 1898 a Torino. Altre sue opere notevoli: "Avanti sera", nella Galleria del comm. Paolo Ingegnoli di Milano; "Lago d'Averno"; "Dintorni di Roma"; "Campagna trevigiana"; "Il torrente"; "Le Dolomiti"; "Il Canal Grande da Rialto"; "Il Canal Grande da San Benedetto"; "Mattino d'autunno"; "Sera a Schilpurio"; "Val di Scalve". Molte di queste opere sono emigrate in America e in Inghilterra e moltissime sono conservate nei principali musei e gallerie italiani e stranieri. Fu insegnante dal 1894 fino alla sua morte dell'Accademia di Venezia. Alla mostra dei Quarant'anni (Venezia, 1935) figuravano sedici sue opere.

Guglielmo Ciardi

Contattaci tramite email, telefono o whatsapp


Sarai contattato al più presto e otterrai la valutazione gratuita desiderata.

Fotografa il tuo dipinto e inviaci le foto via email o whatsapp per una valutazione gratuita.
Possibilmente scatta più di una fotografia (sono utili per una stima più corretta qualche foto dei particolari, firma, iscrizioni e il retro del dipinto)

Ti risponderemo il più velocemente possibile!


Telefono +39.06.97606127


E-mail info@valutazionedipintiantichi.it


Cellulare/Whatsapp +39.328.315.19.53

Puoi decidere di VENDERE il tuo dipinto e riceverai il pagamento immediatamente.

In questo modo otterrai:

1) Assistenza nella vendita dalla stima al pagamento

2) Annullate le incertezze dell'operazione (risposte anche in 24 ore!)

3) Un pagamento RAPIDO e SICURO